Scuola di lingua e cultura italiana per stranieri
Calzature in pelle
Firenze nell'Arte

Corso di calzature in pelle

Le prime calzature, in epoca preistorica, venivano realizzate con pelli di animale o con il legno. Il più antico reperto archeologico, in materiale vegetale, è stato ritrovato negli Stati Uniti e risale a circa 9000 anni a.C.

Nelle regioni temperate le calzature erano simili ai nostri sandali, mentre nelle regioni fredde si usavano scarpe rivestite.

Gli antichi greci ed i romani usavano infatti i "sandali”, come si vede nei dipinti e negli affreschi di quell’epoca. Dalle fonti iconografiche e storiche in nostro possesso risultano una ventina di tipi di calzature differenti e questo ci racconta che esistevano la moda e le tendenze.

Nel medioevo la popolazione comune portava scarpe di legno (zoccoli), di pelle o semplici pezze di stoffa che venivano avvolte intorno al piede. Bisogna attendere il XIV secolo per trovare scarpe vere e proprie, a punta, ed indossate dalla nobiltà. Il popolo continuava ad indossare zoccoli o semplici rivestimenti per il piede. Oggi, grazie all’industrializzazione, buone scarpe sono alla portata della maggior parte delle persone, del nostro mondo.

Le scarpe di fattura artigianale, realizzate totalmente a mano e con i migliori materiali, appartengono oggi alla sfera dell’arte. Indossando tali scarpe indossiamo un’opera d’arte.

Programma

  • Il disegno.
  • La qualità dei materiali.
  • L'anatomia del piede.
  • La conoscenza degli utensili.
  • L'uso del coltello da taglio.
  • La forma ed il tacco.
  • Modelli di base con il metodo manuale.
  • Gli accessori.
  • Fasi di cucitura, montaggio e finitura.