Scuola di lingua e cultura italiana per stranieri
Disegno libero
Firenze nell'Arte

Corso di disegno libero

Gli strumenti del disegno sono: matite in grafite o colorate, penna, fini pennelli con inchiostro, pastelli a cera o carboncini; i supporti più frequenti sono carta, cartoncino, tavola, muro, tela, rame, vetro. Molti materiali da disegno vengono applicati a secco, senza nessuna preparazione, non essendo a base di olio o acqua, come in pittura. Nel disegno si usano i colori puri, non miscelabili prima dell’applicazione. Nella pittura i colori nascono mescolando i colori di base. I segni tracciati o disegni rappresentano ciò che l'artista vede quando disegna, una scena immaginata, la memoria di una scena o un’astrazione.

Programma

  • Acquisizione di manualità.
  • Esecuzione di una copia (da maestri di varie epoche) di un particolare di un volto con la tecnica della quadrettatura, usando matita, sanguigna, seppia e carboncino.
  • Tecnica di chiaro-scuro per evidenziare i volumi.
  • Copia senza quadrettatura usando soltanto le coordinate (mediane e diagonali) per la suddivisione dell'immagine.
  • Riproduzione di paesaggi di antichi maestri, su carta piccolo formato, usando penna inchiostro e pennino, penna biro, pennarello.
  • Disegno dal vero.
  • Tratteggio chiaroscurale a 45° o a punta di matita.
  • Ingrandimento mediante quadrettatura.
  • Disegno dal vero del paesaggio.
  • Studio della composizione, della natura morta e del panneggio.
  • Prove di disegno di linea - disegno a carboncino, disegno a tempo, disegno a memoria.