Scuola di lingua e cultura italiana per stranieri
Intarsio del legno
Firenze nell'Arte

Corso di intarsio del legno

L'intarsio o tarsia lignea è un tipo di decorazione che si realizza mettendo insieme piccoli pezzi di vari legni o altri materiali.

Diffusa già nel Trecento, tra il 1440 e il 1550 raggiunge il massimo della dello splendore, sviluppando quello che André Chastel definì “il cubismo del Rinascimento".

La tecnica si basa sul contrasto tra le varie tonalità di colore dei tasselli di legno, di varietà diverse combinate anche con lamine metalliche, argento, scaglie di madreperla, avorio, tartaruga, ecc.

I tagli vengono fatti utilizzando finissimi seghetti e seguendo molto attentamente le volute e le curve del disegno. Si ottengono in questo modo vari pezzi, detti "cavature", qualche volta finissime, che costituiscono, a traforo completato, le "tessere" per la ricostruzione del disegno originale.

Programma

Intarsio foro-controforo

Il programma prevede l’esecuzione di un intarsio a motivo floreale realizzato con la tecnica tradizionale ed eseguito con utilizzo di tre impiallacciature attraverso le seguenti fasi: preparazione del disegno, assemblaggio dei legni, taglio con archetto a traforo; assemblaggio e sabbiatura, incollaggio con colla animale, pulitura e stuccatura, lucidatura a gommalacca con tampone.

Intarsio a china

E’ un intarsio a motivo classico 1500 realizzato con utilizzo di due impiallacciature e in fase di lucidatura rielaborato con impiego del pennino e inchiostro a china.

Intarsio geometrico

Realizzazione di composizione geometrica con impiego di varie impiallacciature. Il taglio viene eseguito con trincetto.

Intarsio prospettico

Si prevede l’esecuzione di un lavoro a motivo paesaggistico o architettonico con utilizzo di impiallacciature. Il taglio viene eseguito con la medesima impostazione del lavoro geometrico e realizzato con utilizzo di trincetto.